Arzano

Home

Parrocchia dello Spirito Santo

Carissimi amici benvenuti nel sito della Parrocchia dello Spirito Santo.
ll sito vuole essere un’occasione di conoscenza della vita e dell’attività della nostra Parrocchia che è situata in Arzano, un comune a nord di Napoli. Vorremmo anche essere nel nostro piccolo una finestra aperta sul mondo e contribuire  a far conoscere qualcosa della nostra città di Arzano che come tutte le realtà della nostra Campania vive certo situazioni difficili ma è anche ricca di umanità e notevoli potenzialità.
Speriamo di poter con questo mezzo contribuire alla reciproca conoscenza ed alla diffusione del Vangelo che è la nostra prima speranza.

 

Con Amicizia 
sac.Fulvio D’Angelo

XXIX Domenica del T. Ordinario

«Ipocriti, perché volete mettermi alla prova?

Mostratemi la moneta del tributo»

 

Vangelo (Mt 22,15-21)

Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, i farisei se ne andarono e tennero consiglio per vedere come coglierlo in fallo nei suoi discorsi. Mandarono dunque da lui i propri discepoli, con gli erodiani, a dirgli: «Maestro, sappiamo che sei veritiero e insegni la via di Dio secondo verità. Tu non hai soggezione di alcuno, perché non guardi in faccia a nessuno. Dunque, di’ a noi il tuo parere: è lecito, o no, pagare il tributo a Cesare?». Ma Gesù, conoscendo la loro malizia, rispose: «Ipocriti, perché volete mettermi alla prova? Mostratemi la moneta del tributo». Ed essi gli presentarono un denaro. Egli domandò loro: «Questa immagine e l’iscrizione, di chi sono?». Gli risposero: «Di Cesare». Allora disse loro: «Rendete dunque a Cesare quello che è di Cesare e a Dio quello che è di Dio»

 

La tentazione è quella di sempre:
cedere, Gesù, al Cesare di turno,
assicurarsi il suo appoggio, approfittare della sua amicizia
e in cambio dimostrarsi conniventi con il suo potere,
fino al punto di dichiarare l’esibizione della forza
o il consenso ottenuto come qualcosa di divino.
Ma c’è anche un’altra faccia della medaglia
che non deve essere dimenticata:
è l’illusione di poter sottrarsi alle proprie responsabilità,
al rispetto delle leggi, alla pratica della legalità,
con la scusa che Cesare non è Dio
e che a Dio solo si deve obbedienza.
Ecco perché la tua risposta, Gesù, si rivela preziosa:
essa ci obbliga a fare i conti con i nostri doveri di cittadini
e a non accampare scuse per sentircene esonerati.
Ma nel contempo essa toglie qualsiasi patina di divino
all’esercizio del potere,
lo sottrae ad una zona franca in cui vorrebbe collocarsi
e lo sottomette a regole etiche precise
a cui non può sottrarsi,
altrimenti corre il rischio di perdere la sua legittimità.

 

BUONA DOMENICA

 

Segreteria

La Segreteria, è aperta il Lunedì e il Venerdì

dalle ore 17.00 alle ore 18.30

 

Tel. 3479304070

 


 
Sondaggi
Sito Web Parrocchiale
 
Tot. visite contenuti : 74419
 2 visitatori online
Eventi
Chiesa Nuova